Analisi transazionale

Condividi
Img 0315

L’Analisi Transazionale è una corrente della psicologia umanistica-esistenziale i cui presupposti filosofici sono:

  • Ogni individuo è ok (va bene così come è): le persone sono uguali tra loro ed ognuna ha valore in quanto persona, indipendentemente dalla sua razza e dal suo contesto socio-culturale;

  • Ogni persona ha la capacità di pensare e di autodeterminarsi: ognuno può decidere che cosa fare della propria vita ed ha la capacità di crescere e di imparare qualunque esperienza abbia avuto, anche negativa;

  • Le decisioni prese possono essere modificate: ciascuna persona prende delle decisioni e ne è responsabile, ed è anche responsabile di cambiarle quando non sono più funzionali;

  • Contrattualità tra paziente e terapeuta: la relazione terapeutica è vista come un accordo tra terapeuta e cliente, i quali hanno una responsabilità congiunta nel lavorare per raggiungere gli obiettivi di terapia definiti in modo chiaro e specifico.

Per sua natura, questo modello teorico si presta in modo efficace a contesti di Psicoterapia individuale, di coppia e di gruppo, privilegiando un linguaggio semplice e orientato alla progressiva acquisizione di consapevolezza delle proprie dinamiche interne, al fine di conoscersi e di ridecidere il proprio piano di vita.

L' Analisi Transazionale vuole portare le persone ad essere consapevoli dei propri comportamenti, presenti nelle proprie relazioni, per capire quali atteggiamenti sono funzionali o non funzionali, costruire o ripristinare l'armonia nei rapporti e con se stessi.

Il punto di forza di questo approccio terapeutico è la possibilità di concordare percorsi brevi oppure percorsi di maggior durata a seconda della motivazione e disponibilità del cliente.

Questo poi si traduce in una pianificazione del trattamento caratterizzato dalla scelta e dal raggiungimento degli obiettivi prefissati.